Antonio Dima alla guida del CUSI con sei donne nel Cosiglio Direttivo

assemblea-cusi-4assemblea-cusi-3Tempo di elezioni al CUSI e un vento rosa ha soffiato sull’Assemblea Nazionale del Centro Universitario Sportivo Italiano, tenutasi sabato 23 novembre presso il Salone d’Onore “Giulio Onesti” del CONI e che ha visto 44 CUS votanti su 49, che ha visto l’elezione di 6 donne all’interno del nuovo Consiglio Direttivo per il quadriennio 2019/2023, tra cui la già Consigliere del CUS Napoli, Rita Piantadosi.

Alla presidenza del CUSI è stato eletto, con 141 voti, il 64 enne leccese, Antonio Dima,  già Segretario Generale dell’Ente di via Brofferio, dal 1995 in Giunta Cusi e delfino del presidente storico Leonardo “Lilli” Coiana, che succede a Lorenzo Lentini entrato a far parte del Comitato Esecutivo della FISU, la Federazione Internazionale dello Sport Universitario.

“Partiamo motivati e concreti per stare vicini ai Centri universitari sportivi, al territorio e alle periferie. Abbiamo la consapevolezza dell’evoluzione e dell’importanza dello sport negli atenei, avremo la massima attenzione per l’inclusione e la condivisione” “Abbiamo le maniche ben rimboccate, ci attende un lavoro importante. Pensiamo – ha aggiunto Antonio Dima – che conoscere il passato sia fondamentale per capire il presente e programmare il futuro. Un riferimento? Saremo concreti e razionali. Ringrazio il mondo universitario, i tanti che si sono profusi in questi anni per la reputazione e la forza propulsiva del Cusi. E ho un pensiero affettuoso per Lilli Coiana (presidente dal 1995 al 2012, scomparso nel febbraio dello stesso anno)”. Il consiglio ha da affrontare in rapida successione i Mondiali 2020 (tra marzo e settembre sono spalmati su Marocco, Olanda, Ungheria, Bielorussia, Finlandia, Argentina, Brasile, Torino e Lago di Garda), Campionati nazionali sci (Zoldo, marzo) e i Nazionali primaverili assegnati al Cus Torino (maggio). In agenda il neo presidente ha gli incontri con i vertici degli atenei, dei Cus e delle Federazioni sportive.

A fare gli onori di casa, il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, che nella prolusione ha voluto ricordare la figura dello storico presidente CUSI, Leonardo “Lilli” Coiana, “Tutti noi non scordiamo la lezione di Lilli, la sua statura manageriale e il percorso a favore dello sport universitario italiano”.

assemblea-cusi-8Il nuovo Consiglio Direttivo del CUSI è così composto: Chiara Coltri (Cus Padova), Margherita Mezzetti (Cus Bo), Maria Assunta Doddi (Cus Foggia), Alice Cometti (Cus Piemonte Orientale), Flamina Calce (Cus Cassino) e Rita Piantadosi (Cus Napoli), Claudio Bertoletti (Cus Bergamo), Massimo Zanotto (Cus Venezia), Pompeo Leone (Cus Roma), Roberto Rella (Cus Lecce), Luigi Mazzone (Cus Catania), Riccardo Delicio (Cus Torino), Gianni Ippolito (Cus Sassari), Michele Ventura (Cus Parma), Gianluca Bianchi (Cus Udine), Vincenzo Sabatini (Cus Milano) e Maurizio Cecchini (Cus Genova). Alla presidenza del collegio dei revisori è stato eletto Stefano Belardinelli (Cus Camerino).

 

 

 

assemblea-cusi-9assemblea-cusi-6assemblea-cusi-7assemblea-cusi-5

 

 

 

 

Calcio a 5 – Under 21: Massa Vesuvio – CUS Napoli 8-4

2019_11_24-massa-vesuvio-cus-u21-2Pesante sconfitta per 8-4 per il Cus Napoli Under 21 sul campo del Massa Vesuvio.
2019_11_24-massa-vesuvio-cus-u21-3Nei minuti iniziali il Cus Napoli si rende pericoloso con Sacco e Saggiomo ma le loro conclusioni non inquadrano lo specchio della porta. Al 10’ Il Cus Napoli passa in vantaggio con Patrizio Pellecchia che sfrutta una corta respinta del portiere di casa. I padroni di casa non ci stanno e sfruttano una distrazione difensiva della squadra ospite per portarsi in parità. Passano due minuti e il Massa Vesuvio raddoppia con un tocco ravvicinato di un proprio calcettista. Nei minuti successivi i locali segnano altre tre reti che incrementano il punteggio a loro favore. Nel finale di frazione gli ospiti hanno una timida reazione con Sacco e Quisisano ma le loro conclusioni non impensieriscono la difesa dei padroni di casa . Nel finale della partita Alessio Pellecchia accorcia le distanze segnando con un tiro che trova impreparato il portiere della squadra ospitante. La prima frazione di gioco si conclude sul risultato di 5-2 per la squadra di casa.
Nel secondo tempo il Cus Napoli parte bene e sfiora il gol con Sacco che colpisce in pieno il montante e sulla respinta si avventa Patrizio Pellecchia che porta a 3 le reti del Cus Napoli. Tuttavia il Massa Vesuvio al 6’ realizza il sesto gol. Il Cus Napoli continua a giocare nonostante il punteggio pesante ma subisce nel giro di pochi minuti altri due gol. Poco più tardi Saggiomo impegna l’estremo difensore locale con una bella conclusione e prova a scuotere la propria squadra cercando di rimontare ma Baiano perde banalmente la palla in mezzo al campo e i padroni di casa ne approfittano siglando un’altra rete. Qualche minuto dopo Baiano prova a rifarsi con una bella punizione che porta a 4 le reti della squadra ospite che fissa il punteggio finale sul 8-4.

2019_11_24-massa-vesuvio-cus-u21-1

 

 

Calcio a 5 – serie C2: Sorrento1945 – CUS Napoli 2-4

2019_11_23-sorrento-cus-serie-c2-5Cus Napoli corsaro sul campo del Sorrento1945 che si impone con il risultato di 2-4.
2019_11_23-sorrento-cus-serie-c2-3Nelle prime battute di gioco la partita stenta a decollare e vi sono alcuni tiri da fuori area sulla quale i portieri fanno buona guardia. Al 16’ il Cus Napoli si porta in vantaggio sugli sviluppi di un calcio di punizione grazie ad una deviazione sfortunata di un calcettista del Sorrento1945. La squadra di casa non ci sta e impegna Scognamiglio in più di un’occasione. Al 21’ i locali impattano con un tiro sotto la traversa che non lascia scampo all’estremo difensore del Cus Napoli. Tuttavia due minuti più tardi Avallone con un tiro ben piazzato nell’angolo riporta in vantaggio il Cus Napoli. Gli ospiti hanno un’altra grande occasione con Sarnataro ma il portiere del Sorrento1945 è bravissimo nel deviare in angolo un tiro destinato all’incrociò dei pali. Nel finale di frazione grande ripiegamento difensivo di Avallone che evita la battuta a rete da parte di un giocatore di casa. Poco dopo ci provano Giacalone e Corcione ma i loro tiri non inquadrano lo specchio della porta. La prima frazione di gioco si conclude sull’1-2.
Nel secondo tempo i padroni di casa spingono per il pareggio ma è il Cus Napoli ad avere una grande occasione con Palmieri, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il Sorrento1945 ci prova ma Scognamiglio salva la propria porta. Al 12’ i padroni di casa colpiscono in pieno il montante e un minuto più tardi trovano il gol che ristabilisce la parità. Neanche due minuti più tardi Sarnataro riporta avanti il Cus Napoli con una punizione a fil di palo. Al 23’ Liccardo sigla il quarto gol per il Cus Napoli su assist magistrale di Corcione. Lo stesso Corcione pochi minuti dopo prova ad incrementare il vantaggio ma il suo tiro viene parato dal portiere del Sorrento1945. I locali ci provano fino alla fine ma il Cus Napoli si difende con ordine e non corre grossi rischi. Il triplice fischio dell’arbitro sancisce la vittoria del Cus Napoli con il punteggio di 2-4.

2019_11_23-sorrento-cus-serie-c2-12019_11_23-sorrento-cus-serie-c2-22019_11_23-sorrento-cus-serie-c2-4